ASSISTENZA DOMICILIARE COVID/ “Ha funzionato anche se dimenticata dalla politica”

“Nel primo periodo la problematica maggiore è stata il reperimento dei dispositivi di sicurezza per poter continuare l’assistenza domiciliare, nella fase attuale la problematica è data dall’ingresso del Covid negli ambienti familiari, ma in tutte e due le fasi siamo riusciti a mantenere attiva l’assistenza”

1 febbraio 2021

Nella prima fase (della pandemia) il problema è stato trasversale rispetto ad altre realtà. Il reperimento di materiali e dei dispositivi di protezione individuale è stato un grosso problema, abbiamo cercato di non sospendere le assistenze fin dove si poteva, ma riducendo gli interventi cercando di portarli avanti in particolare dove il care giver, il familiare, era costretto ad allontanarsi per positività e quarantena. La presenza continua dei nostri operatori ha permesso di monitorare le situazioni e di essere di supporto al paziente.

LEGGI TUTTO